ATTIMI MAI VISTI

Il più grande bisogno umano e’ quello di essere visti e riconosciuti avere ognuno il proprio posto, cosi’ come siamo, così come sono.

Così come sono
con la mia forma, solo con quella, già sono…
con la mia presenza, così come sono
cosi’ con il mio carattere
cosi’ come mi manifesto ogni giorno
cosi’ come sono anche se sono scomodo e perché esiste anche l’essere scomodo
cosi’ come sono, un essere umano che respira, che ama, che vive, che si nutre, che fa parte dei tantissimi granelli di sabbia della spiaggia del mare
dei moltissimi fili d’erba che giacciono nel campo
delle minuscole goccioline di pioggia che scendono in un’acquazzone
di un’immensa parte del cielo stellato in una notte fredda e buia
di una lettera sperduta nel fiume di parole
di una dura e grossolana zolla del meraviglioso terreno arato
dei tanti secondi, minuti, ore, giorni, anni dell’ esistenza
del piccolo e importante passo all’interno agli altri e innumerevoli della vita

Così come sono
cosi’ come sono dall’alba al tramonto
in ogni minuscola cellula del mio meraviglioso corpo
in ogni minuscola ruga del mio amabile viso
in ogni attimo di respiro di cui non sono quasi mai consapevole
in ogni battito di ciglia dell’interminabile movimento dei miei occhi
nei bisogni non riconosciuti, inascoltati, negati, rimossi.
Si rimossi …e mi inchino a tanto dolore, mai riconosciuto e mai espresso.
Nel bisogno di amore, di accoglienza, di inclusione, di essere ricevuti, di essere ospitati, di avere dimora fraterna
Nel bisogno di fiducia, di nutrimento, di dono, di presenza
cosi’ come sono
nel mio esistere
nel mio ritirarmi
nel mio manifestarmi
nel mio andare e nel mio tornare

Questa è la sfida dell’umanità.

Riconoscere Posto a ognuno, così com’è…

affinché l’amore guarisca ogni ferita, ogni separazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.