MINDFULNESS

Mindfulness e coaching

PERCHÈ LA MINDFULNESS NEI PROGRAMMI DI LEADERSHIP, CORPORATE COACHING E PERSONALI ​

Cosa possiamo dire riguardo la Mindfulness?

Possiamo definire la Mindfulness un approccio della nostra mente a rimanere “desti” e presenti al momento che stiamo vivendo.
Le origini di questa disciplina sono molto antiche, arrivano dall’oriente attraverso la meditazione; in occidente sta avendo una notevole risonanza perchè aiuta a contenere un fenomeno molto diffuso definito “mente vagabonda” o “chiacchiericcio mentale”, una sorta di automatismo che toglie attenzione da quello che stiamo vivendo nel qui ed ora contribuendo così a distrazione, stress, dispersione e senso di vuoto.

Non disporre di noi stessi, della nostra presenza si rivela essere una grande perdita in quanto non viviamo pienamente l’esperienza.
Mindfulness è quindi consapevolezza piena di quello che sta succedendo e stiamo vivendo dentro e fuori di noi.
Avere la capacità di rimanere nella situazione del momento è una grande competenza personale perchè ci permette di essere più riflessivi e deliberare con discernimento il da farsi.

Si parla di “rieducazione della mente”, proprio perché spesso siamo rapiti dai nostri pensieri ed emozioni che ci propongono scenari non autentici. Finiamo per credere che questo sia fondamentalmente un fatto inevitabile. Se da una parte questo è vero dall’altra può diventare sconveniente assecondare il vagabondaggio della mente che si rivela, per la maggior parte, inutile e non produttivo per la nostra efficacia personale e professionale. Infatti, con una mente che vaga continuamente, noi siamo spesso in ansia per qualcosa che non possiamo controllare, preoccupati e accelerati sviluppando così stati d’animo permanenti di tristezza, insofferenza e depressione.

Evidentemente per avere una disposizione mentale “desta” e calma è necessario allenarci quotidianamente; questo sembra semplice ma di fatto non lo è perché il contesto “liquido” in cui viviamo ci porta a rimbalzare da un impegno ad un altro minando ogni ordine di stabilità. Una mente instabile e disordinata è una mente infelice.

Troviamo diversi pareri autorevoli e ricerche che ci confermano i benefici della Mindfulness sia nella riduzione dello stress che nell’abbassamento della soglia della reattività.
Ne è testimonianza il protocollo scientifico MBSR siglato dal Dott. Jon Kabat-Zinn e da altri autorevoli neuroscienziati presso il Centro di Ricerca nella Riduzione dello Stress dell’Università del Massachusetts.

Tra gli equivoci che si sono creati riguardo la Mindfulness c’è quello di averla erroneamente associata ad una pratica spirituale, un training per ritrovare benessere e pace.
Questa convinzione va rivista per due ragioni: la Mindfulness è un training indipendente da ogni religione e credo. I benefici della Mindfulness non hanno nulla a che vedere con la ricerca della felicità e del pensiero positivo. Possiamo dire che quando siamo consapevoli viviamo pienamente la nostra Leadership e sentendoci promotori della nostra esistenza siamo anche più soddisfatti e in equilibrio.

Nella pratica Mindfulness vengono sviluppate le più alte qualità personali che rendono la vita, le relazioni, gli ambienti di lavoro arricchite del vero contributo umano. 
Empatia, non giudizio, curiosità, umiltà, disponibilità, compassione, accettazione, distacco. Queste sono alcune delle attitudini che vengono sostenute con i training e che influiscono positivamente nella gestione di un organizzazione etica e orientata al benessere generale.

I programmi di Mindfulness at work permettono a tutta la popolazione aziendale di imparare a vivere il lavoro con le caratteristiche appena descritte.

Alcune famose aziende nel mondo (Apple, Yahoo, Starbucks, and Google) che hanno inserito i programmi sulla resilienza, compassione e sviluppo delle capacità attentive riportano come benefici concreti:

– l’ aumento della resistenza emotiva (resilienza)
– una maggiore capacità di messa a fuoco
– una più profonda empatia per gli altri
– una maggiore chiarezza di pensiero
– una migliore salute e benessere
– la diminuzione dello stato di stress e reattività
– l’ aumento dell’efficienza e della produttività

Attenzione, focalizzazione, presenza, responsabilità, consapevolezza, creatività, comunicazione e altro ancora sono qualità che vanno a beneficio della performance, dei risultati, del lavoro in team e della produttività in generale.

Alla base di tutto possiamo riassumere che avvicinarsi alla Mindfulness e introdurla in modo permanente nel proprio quotidiano permette di diventare consapevoli del proprio vivere, della propria giornata, dei momenti che attraversiamo, grazie ai quali vedere la vita per quello che è e non per quello che la nostra mente ci propone reattivamente e con il pilota automatico.

I programmi di Mindfulness spaziano da percorsi on line di introduzione e pratica di Mindfulness in gruppo (5 serate da un’ora), ad intensivi di Mindfulness & Coaching sia in formula week-end che di una sola giornata. E’ possibile anche il training one-to-one associato ad un percorso di Coaching.

Altri programmi personalizzati, anche aziendali, possono essere progettati secondo gli obiettivi e le esigenze di ogni organizzazione.