LEADER IN CAMMINO: ESPLORATORI E VIAGGIATORI INSTANCABILI

Leader in cammino è un mantra che ho recentemente formulato proprio per descrivere in forma potente ed immediata la strada che ogni Leader si appresta a compiere quando sceglie di CRESCERE grazie a questa nutriente posizione.

Sulla leadership è stato scritto tanto, di tutto e credo che ognuno di noi sappia che Essere Leader non è necessariamente la risposta ad un incarico istituzionale. Spesso abbiamo confuso le due cose ma credo che oggi la chiarezza sia stata fatta.
Essere Leader è una disposizione prima di tutto dell’animo umano e poi dell’organizzazione che ne segue.
Essere Leader è anche un cammino continuo affinchè ciascuno di noi possa diventarlo, altro non fosse per la propria Vita.

Tornando al mantra “leader in cammino” mi sento di offrire questa metafora a tutti coloro che essendo alla guida di persone, sia in ambito corporate che no profit possano costruire la mappa del loro percorso partendo dall’ispirazione e continuando con l’esperienza.

Io mi sento di essere Leader in Cammino nella mia vita personale, professionale e anche per tutti coloro che mi frequentano e scelgono di prendere ciò che per loro è buono.

Mi sento di essere felicemente Leader e sopratutto non provo fatica nell’esserlo. Anzi.
Potrei affermare che sento la gioia, la costruttività, la libertà di espressione, la crescita che primariamente arreco in me stessa.
Ecco credo che tra le altre qualità dell’Essere Leader la facilità e piacevolezza nel sentirsi tale sia tra i primi posti nella scala delle qualità.

La prima in assoluto la definisco comunque il lasciarsi Ispirare per Ispirare.
Lasciarsi ispirare dalla Vita, dai suoi insegnamenti reali, dalle esperienze e incontri che le danno consistenza.
Per coloro che operano in ambito corporate Essere Leader è sopratutto Essere al Servizio per rendere la Comunità un luogo di lavoro colmo di dignità e umanità.
Un luogo fertile dove le Persone possono imparare il Valore del Lavoro che va ben oltre i risultati.
Un luogo di Vita reale dove tutto è possibile.
Anche i conflitti dai quali possiamo imparare moltissimo se li possiamo riconoscere ed accettare per andare oltre.
Un luogo dove superare le convinzioni di una cultura dell’aridità generatasi con anni di sfruttamento dell’esperienza. Anni di separazione, anni di distanza, anni di grandi compromessi per tutti. E a volte ancora oggi qualcuno crede che non esista altra strada che questa.

Diversamente da ciò, oggi molti leader si sentono ispirati dal SENSO della posta in gioco.
Il “perchè di fondo” che li guida nella ricerca di senso.
E’ una comunità di Leader che crede in una nuova via, la via che va oltre la norma, oltre la consuetudine calcificatesi. Oltre e altrove.
Una comunità di Leader che vuole vivere in primis la bellezza del Lavoro, del lavorare insieme, del costruire insieme e che spesso trova una popolazione sfiduciata, difesa, arresa. Una popolazione che non ha sogni perchè ha ereditato aridità.

Abbiamo bisogno di Leader in cammino, di sognatori seriali, di instancabili artisti che sentono dall’interno l’importanza di vivere questa esperienza mettendo al centro il “perchè farlo”.
E quando sentono inarrestabile l’arrivo delle farfalle nella pancia credo davvero che nessuno possa più fermarli perché loro, nonostante le difficoltà hanno un sogno ancora più grande, una spinta vitale irrefrenabile. Perché loro sono esploratori e viaggiatori instancabili. Ricercatori di “senso”. Figli della trasformazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.